logo

Coronavirus e Trasporto Pubblico in Emilia Romagna: servizio ridotto per treni ed autobus fino al 3 maggio 2020

In conseguenza di quanto stabilito dall'ordinanza del presidente della Regione Emilia Romagna del 11 aprile 2020 viene prorogata la programmazione ridotta dei servizi di Trasporto Pubblico Locale, sia su gomma che su rotaia, per limitare le possibilità di contagio e salvaguardare la salute dei passeggeri e del personale. Una necessità che deve comunque garantire le necessità di spostamento per lavoratori e addetti ai servizi essenziali. Queste riduzioni dei servizi viene estesa fino al prossimo 3 maggio 2020, con la possibilità di ulteriori variazioni per il trasporto ferroviario e di autobus per adeguamenti di situazioni di affollamento o carenze del servizio.

Trasporto ferroviario regionale: viene prorogata fino al 3 maggio 2020 l'attuale programmazione che prevede l'effettuazione del 50% circa dei treni previsti in orario. In questo modo Trenitalia Tper continua a garantire gli spostamenti dei lavoratori addetti ai servizi essenziali, salvaguardando una frequenza di corse almeno bi-oraria e la sospensione del servizio nella fascia oraria 9,00-12,00 utilizzata per operazioni di manutenzione della linea ferroviaria. L'elenco aggiornato dei treni effettuati è consultabile sul sito nazionale di Trenitalia:

https://www.trenitalia.com/it/informazioni/Infomobilita/notizie-infomobilita.html

Trasporto pubblico su autobus: sono confermati al 3 maggio i precedenti provvedimenti di riprogrammazione dei servizi con riduzione di corse, in particolare nei territori di Piacenza e Rimini oggetto di specifici provvedimenti restrittivi. Confermato l'accesso ai mezzi dalla porta posteriore con il mantenimento a bordo della distanza di sicurezza tra i viaggiatori e la sospensione del rilascio del biglietto da parte dell'autista dove era prevista.

Federconsumatori condivide l'obiettivo alla base della riprogrammazione dei servizi tesa a ridurre drasticamente l'espansione del contagio da coronavirus che sta incidendo cosi pesantemente nella vita di tanti cittadini emiliano-romagnoli. Confida che le eventuali variazioni di programmazione vengano comunicate agli utenti con la necessaria tempestività e anticipo, proprio per garantire la possibilità di utilizzare il servizio da parte di chi ne ha maggiore necessità.

p. Federconsumatori Emilia Romagna

                 Giuseppe Poli

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]