Bonus Mobilitá 2020: per bici, monopattini, handbike anche a pedalata assistita

Il Ministero dell’ambiente in un comunicato stampa, a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto del 14 agosto 2020, ha annunciato che dal 3 novembre sarà possibile registrarsi sulla piattaforma web per richiedere il bonus Mobilità 2020 “Bonus Bici”.

In cosa consiste ?

É un contributo pari al 60 % della spesa sostenuta fino a 500 € per l’acquisto di biciclette nuove o usate, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (es.  monopattini, hoverboard, segway)

Chi può usufruire del bonus biciclette?

I beneficiari del bonus biciclette sono persone maggiorenni e residenti in:

  • capoluoghi di Regione

  • città metropolitane

  • capoluoghi di provincia

  • comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti.

che hanno acquistato dal 4 maggio 2020, o acquisteranno fino al 31 dicembre 2020: biciclette (nuove, usate o ricondizionate)  anche  a  pedalata  assistita, e  veicoli   per   la   mobilità personale   a   propulsione prevalentemente elettrica quali monopattini, hoverboard e segway, o per l’utilizzo dei servizi di sharing mobility (tranne autovetture).

Cosa fare?

Per richiedere il bonus è necessario registrarsi, previa autenticazione SPID, tramite il sito del Ministero dell’Ambiente al “Programma Sperimentale Buono Mobilità 2020”.

Da quando?

La registrazione all’applicazione web potrà effettuarsi dal 3 novembre 2020.

A quanto ammonta lo sconto?

60% della spesa sostenuta fino ad un massimo di spesa di 500 euro.

Sotto quale forma si otterrà lo sconto?

Ci saranno due fasi: in una sarà il cittadino ad essere rimborsato del 60% della spesa; nella seconda il cittadino paga al negoziante aderente direttamente il 40% e sarà il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60%. 

Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno antecedente a quello di inizio operatività dell’applicazione web e non oltre il 31 dicembre 2020): è previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura o altra documentazione commerciale valida ai fini fiscali di cui al D.M. 7 dicembre 2016) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.
Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sull’applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

E.A.

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]