logo

F. A. Q. 2020. Le domande più frequenti e di interesse del 2020

Le domande più frequenti e di interesse generale arrivate ai nostri sportelli territoriali nel 2020

A causa della pandemia ho dovuto rimandare il matrimonio, quali spese devo per forza sostenere e quali invece posso chiedere che vengano rimandate quando potrò sposarmi? 

Le situazioni sono diverse e hanno soluzion diverse. Nel caso si sia acquistato l’abito da sposa, essendo questo un contratto d’opera, si dovrà pagare la merce entro il termine stabilito dallo stesso. E’ evidente che e’ possibile richiedere, e dovroso da parte del commerciante, che le eventuali modifiche all’abito siano effettuate a ridosso della data del matrimonio. Cosa diversa per il pranzo cena di nozze. Se questa era prevista durante il lockdown si poteva richiedere la restituzione della caparra per cause di forza maggiore. L’alternativa posta in essere da vari ristoranti e’ stata quella di mantenere la caparra dando la possibilita’ agli sposi di poterne poi usufruire quando sará possibile il matrimonio

Compro sempre in un discount un determinato prodotto alimentare. Mi sono accorto che il peso indicato non è quello che ho riscontrato. Cosa posso fare?

Se il prodotto alimentare non è conforme, ossia l’etichetta presenta informazioni errate, ci si deve recare nel punto venditain cui si è acquistato il prodotto e fare il relativo reclamo. sarà lo stesso punto vendita a trasferire la segnalazione al produttore che nei tempi previsti dovrà provvedere a dare una risposta all’utente ma anche a correggere l’etichetta errata

Cosa prevedono i vari dpcm sui viaggi? Posso chiedere mi venga restituita la cifra pagata o devo per forza accettare il voucher?

Il tutto dipende da quando si doveva partire. Per le partenze previste da marzo a settembre la controparte può decidere di emettere un voucher. Il decreto rilanciodi luglio, unico decreto retroattivo, ci dice che per tutti i viaggi dall’11 marzo al 30 settembre, cancellati entro il 31 luglio voucher valgono non più di 12 mesi ma 18 e che alla scadenza, se non sono utilizzati o utilizzati in parte si può chiedere il rimborso in denaro. Limitatamente al voucher emesso il rimborso può essere chiesto dopo 12 mesi

I pagamenti non saldati per le spese condominiali vanno pagate dagli eredi anche se non hanno mai partecipato alle decisioni condominiali?

Gli eredi che accettano l’eredità sono tenuti al pagamento di tutti i debiti del defunto, anche se non ne erano a conoscenza. L’unico modo che hanno gli eredi per non pagare i debiti del defunto è rifiutare l’eredità oppure accettarla con beneficio di inventario, ovvero accettarla solo dopo aver fatto un elenco dei crediti e dei debiti. In questo caso occorre una procedura da fare con l’aiuto di un avvocato.

Gli artigiani sono obbligati ad avere un tariffario? Sono obbligati a fornire un preventivo?

Gli artigiani, a differenza dei professionisti iscritti ad albi, e dei negozianti che espongono prodotti in vendita, non hanno obbligo di avere un prezzario né in verità di redigere un preventivo. Anche nel caso di tariffari pubblicati dalla Camera di Commercio o dalle associazioni di categoria, questi non sono vincolanti per la ditta, possono essere solo indicativi e utili per il consumatore per valutare un preventivo.
L'artigiano può quindi redigere tariffe singole per ciascun intervento valutando tutti gli aspetti del singolo lavoro e anche praticare prezzi diversi.
L'unico strumento che ha il consumatore è richiedere un preventivo possibilmente scritto e confrontarlo con quello di altri.
Si può però pretendere che la fattura sia dettagliata, ovvero preveda in modo analitico il costo per i singoli lavori (costo chiamata, manodopera ecc).

E’ vero che in alcune strutture possono NON accettare il BONUS VACANZE 2020?  Se si, in quali casi?

Si, è vero. Gli albergatori possono non accettare i bonus vacanza poiché la normativa prevede che tale credito può fruibile d'intesa con l'albergatore.

La ritardata partenza dell’aereo che porta al ritardo dell'arrivo di piu' di 4 ore, si puo' configurare come "modifica significativa dei servizi turistici" e quindi darmi il diritto come viaggiatore di recedere senza penali?

Lo spostamento degli orari di un volo inserito in un pacchetto di viaggio, può essere considerato una modifica essenziale al contatto, anche se i tour operator tendono a non pensarla in questo modo e a creare molti problemi in tal senso. Quindi avrebbe potuto recedere dal contratto entro il termine stabilito dall'organizzatore.

S.M.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]