Manovra: inconcepibile e dannoso l’innalzamento a 60 euro della soglia per i pagamenti con Pos: così si favorisce l’evasione e si limita la libertà dei cittadini.

Sono molte le carenze e le incongruità della manovra di bilancio del Governo, che abbiamo sottolineato nei giorni scorsi. Ma, leggendone il testo completo, sono sbucate fuori altre misure pessime, come quella che modifica la soglia minima dei pagamenti Pos, quella sotto la quale sarà consentito all’esercente rifiutare un pagamento tracciabile. Finora esercenti e attività di impresa o professionali erano tenuti ad accettare i pagamenti a mezzo Pos, con tanto di sanzione amministrativa, introdotta dal 30 giugno 2022, pari a 30 euro, aumentata del 4 per cento del valore del pagamento elettronico rifiutato. Una misura che già avevamo giudicato insufficiente, dal momento che l’importo della sanzione era esiguo, poco più che…

Continua a leggereManovra: inconcepibile e dannoso l’innalzamento a 60 euro della soglia per i pagamenti con Pos: così si favorisce l’evasione e si limita la libertà dei cittadini.

Black Friday e Cyber Monday: ISTRUZIONI PER L’USO

Si avvicina il periodo in cui i più grandi negozi off-line e on-line offrono sconti pre-natalizi anche sostanziosi, sulla scia delle tradizionali giornate successive al Giorno del Ringraziamento che negli Stati Uniti sono molto attese per l’acquisto dei regali di Natale. A differenza dei saldi di fine stagione, il Black Friday e il Cyber Monday sono periodi molto più brevi (una settimana, a volte anche solo due giornate) e le offerte sono limitate anche nelle quantità, per cui la tentazione di precipitarsi sull’affare del momento è grande. Come spesso accade, però, la fretta è cattiva consigliera e si rischia di incappare in truffe oppure in finti sconti di prodotti il cui…

Continua a leggereBlack Friday e Cyber Monday: ISTRUZIONI PER L’USO

Proroga del mercato tutelato del gas al 2024. Facciamo chiarezza

Con il decreto Aiuti quater, da poco approvato dal governo, cittadini e famiglie avranno un anno in più per migrare sul mercato libero. La fine della maggior tutela del gas, originariamente prevista per il 1° gennaio 2023, è stata prorogata di un anno, allineandola alla scadenza fissata anche per il mercato elettrico, dove la fine delle tutele di prezzo per gli utenti domestici è fissata al 10 gennaio 2024. Ci sarà quindi ancora tempo per effettuare il passaggio al mercato libero; una migrazione resa decisamente complicata, da ogni punto di vista, in una fase turbolenta del mercato energetico come quella che stiamo attraversando.La proroga non determina alcuna conseguenza per chi è…

Continua a leggereProroga del mercato tutelato del gas al 2024. Facciamo chiarezza

Dl Aiuti quater: misure ancora troppo deboli e inadeguate, soprattutto sul fronte dell’energia

Gli annunci dei giorni scorsi, a partire da quelli del Presidente del Consiglio, che promettevano risposte forti sul caro bollette suscitando una certa curiosità e qualche attesa, sono stati smentiti dai contenuti del Decreto Aiuti quater. Il Decreto, che contiene misure che poco c'entrano con il termine “aiuti”, relega il contrasto del caro bollette al margine del provvedimento. Le risorse stanziate, che coprono i mesi di novembre e dicembre 2022, non prevedono novità positive rilevanti rispetto a quanto già visto nei mesi scorsi: in realtà, su gas ed elettricità, si limitano a una semplice proroga del taglio degli oneri di sistema e dell'Iva. Misura del tutto insufficiente a fronteggiare la crescente…

Continua a leggereDl Aiuti quater: misure ancora troppo deboli e inadeguate, soprattutto sul fronte dell’energia

CARO ENERGIA. Stop agli aumenti di IREN, la soddisfazione di Federconsumatori

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha adottato misure cautelari nei confronti di Iren, Iberdrola, E.ON e Dolomiti Energia, per non aver rispettato il divieto di modificare il prezzo di fornitura di energia elettrica e gas naturale disposto dal Decreto Aiuti bis nell’agosto di quest’anno.È dunque stata riconosciuta la fondatezza della segnalazione di Federconsumatori Emilia-Romagna, che aveva evidenziato l’indebita comunicazione di Iren alla propria clientela circa la scadenza delle offerte a prezzo fisso, effettuata per applicare nuove e peggiorative condizioni di fornitura, sostituendo le precedenti comunicazioni di modifica unilaterale delle condizioni economiche con nuove comunicazioni parimenti vietate dal Decreto Aiuti bis. Siamo quindi profondamente soddisfatti per aver contribuito a restituire…

Continua a leggereCARO ENERGIA. Stop agli aumenti di IREN, la soddisfazione di Federconsumatori