La Consulta Giuridica di Federconsumatori Emilia Romagna, coordinata dall’Avv. Giampiero Falzone, comunica di aver ricevuto diverse segnalazioni da parte di risparmiatori che lamentano ingenti perdite, causate, sembrerebbe, da una gestione non corretta dei propri risparmi ad opera di un Istituto di Credito operante in Regione.

A quanto riferiscono i segnalanti, sembrerebbe che un promotore della filiale di Banca Intermobiliare di Bologna si sia inopinatamente dimesso senza preavviso, lasciando una lunga serie di posizioni mal gestite. Sembrerebbe, altresì, che la Banca stia chiamando uno per uno, con telefonate e lettere, i risparmiatori coinvolti per informarli di quanto sopra. Due risparmiatori assistiti da un avvocato di riferimento della Federconsumatori, convinti di avere circa 100 mila euro a testa (come da prospetti, probabilmente non veritieri, loro consegnatigli dal promotore), secondo la banca, invece, oggi ne avrebbero meno della metà a testa.

Ma non è tutto.

Il portafoglio titoli dei clienti in questione è caratterizzato dalla presenza di strumenti derivati, opzioni put e call, che gli stessi ignoravano di avere. Appare molto singolare la vicenda e la vendita di questi infernali e speculativi strumenti a singoli privati. Sono note le criticità degli strumenti derivati per Enti locali ed Imprese. Se dovesse essere confermata la vendita diffusa di tali prodotti a “semplici” consumatori/risparmiatori la questione sarebbe molto grave.

Per tutte le ragioni suesposte, anche al fine di porre in essere tutte le verifiche opportune attraverso i propri esperti, la Federconsumatori Emilia Romagna invita quanti investiti del problema a contattare le sedi territoriali dell’Associazione.

Il Coordinatore della Consulta Legale di Federconsumatori Emilia Romagna, Avv. Giampiero Falzone auspica che “non si tratti dell’ennesimo caso di Risparmio tradito perché, ove dalle verifiche effettuande dovesse emergere il contrario, la vicenda sarebbe molto molto grave, visto anche la crisi economica che attanaglia le famiglie, che per l’ennesima volta si vedono sfumare i propri risparmi”. Falzone conclude ritenendo “fondamentale ed importante in queste vicende che il consumatore sia organizzato e consapevole, avvalendosi della modalità operativa di assistenza e consulenza dell’Associazione e dei propri legali di riferimento oramai consolidata in questi anni, con la necessità di verificare sempre posizione per posizione le eventuali criticità, attraverso tutti gli strumenti e le professionalità di cui Federconsumatori è dotata in ogni provincia della nostra Regione”.

2.795 Visite