Stanno arrivando in questi giorni, allo sportello della Federconsumatori di Forlì, numerose doglianze di piccoli risparmiatori – quasi tutti pensionati – rimasti intrappolati nel prodotto finanziario denominato “Fondo Immobiliare Europa 1“, proposto da Poste Italiane spa.

La vicenda narrata è, in pratica, sempre la stessa: il pensionato si reca presso l’ufficio postale di fiducia. Ha in mente un piano di accantonamento, per sé o per un proprio congiunto (di solito un figlio), che possa garantire un minimo rendimento e una somma garantita a scadenza. Su questi presupposti, gli viene invece presentato un prodotto ad altissimo rischio, costituito da un fondo immobiliare chiuso, che però non presenta nessuna garanzia di restituzione del capitale. Il fondo provvede, infatti, a vendere gli immobili posseduti e a ripartire il ricavato fra i possessori delle quote. Di conseguenza, non vi è affatto la certezza che il ricavato sia superiore o anche solo pari a quanto investito.

Allo stato attuale, le perdite lamentate allo sportello oscillano dal 90 al 100% del capitale.

L’associazione Federconsumatori invita quindi quanti si trovassero in questa situazione a recarsi presso lo sportello della città in cui si risiede per rivalersi e tutelarsi nei confronti di questa malaconsulenza.

2.656 Visite