Il servizio ferroviario regionale soffre in Italia forti criticità derivanti da decenni di investimenti insufficienti, cui, nelle ultime stagioni, si è aggiunto il taglio di spesa sui trasferimenti, che ha generato tagli di linee, soppressioni di corse e poi gravi carenze in termini di pulizie, manutenzioni, carenza di scorte, le quali, inevitabilmente, si traducono in minore affidabilità e puntualità delle corse che in questi ultimi mesi sono diventate un calvario per centinaia di migliaia di pendolari.

Le circostanze rendono indispensabile costituire un coordinamento autorevole di tutte le forze–associazioni di consumatori e utenti, comitati pendolari, ambientalisti sensibili alla mobilità sostenibile – che possa confrontarsi con il Governo, le Regioni, il Gruppo Fs e gli altri protagonisti delle politiche dei trasporti.

Per da vita ad un coordinamento nazionale delle nostre forze, per raccogliere la denuncia puntuale di tutte le inefficienze, per realizzare una piattaforma comune da presentare al Governo e alla Conferenza delle
Regioni, in vista della prossima approvazione della legge di stabilità (finanziaria 2013).

vi aspettiamo
SABATO 6 OTTOBRE ORE 10.30 CENTRO CONGRESSI CAVOUR
Via Cavour 50/a Roma
PRIMA ASSEMBLEA NAZIONALE

dei comitati pendolari delle associazione dei consumatori e delle associazioni ambientaliste
“Il Trasporto pubblico è ancora un diritto dei cittadini?”
• Interventi dei Comitati Pendolari, delle Associazioni dei Consumatori, delle
Associazioni Ambientaliste e di Autorità competenti.
Per Trenitalia interverrà l’Amministratore Delegato Ing. Vincenzo Soprano.
SABATO 6 OTTOBRE PROTESTIAMO IN TUTTA ITALIA
CON INIZIATIVE DI DENUNCIA E LOTTA

19 Visite
  • Categoria dell'articolo:NEWS / TRASPORTI E TURISMO
  • Tempo di lettura:2 min. di lettura