Al momento stai visualizzando Disservizi DAZN: ancora tu?

Già durante il campionato di calcio 2021 i disservizi di Dazn sono stati per un lungo periodo una costante per
gli abbonati.
Quindi per non smentirsi fin dalle primissime giornate del campionato 2022 il gestore ha continuato su
questa china, lasciando senza partita di calcio tutti gli appassionati. Servizio che peraltro ha costi tutt’altro
che trascurabili.
Ora dopo l’arrabbiatura dei clienti ed in attesa dell’incontro che dovrebbe esserci domani fra la
sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali, il Ministero dello Sviluppo Economico e AGCom che hanno
chiesto chiarimenti a Dazn, quest’ultimo ha approntato delle modalità di richiesta di rimborso piuttosto
farraginose e non rispettose delle delibere dell’Autorità.
Riteniamo sia venuto davvero il momento di dire parole ultimative su questa vicenda:
• innanzitutto gli utenti hanno il diritto di usufruire pienamente del servizio che gli spetta. Questo è senza
dubbio un obbligo di Dazn, ma anche di coloro che gli hanno affidato questo impegno. Impegno che va fatto
rispettare anche attraverso le giuste sanzioni per il mancato adempimento;

• occorre approntare tutte le azioni e le iniziative affinché la risoluzione sia definitiva e continuativa, sotto
la vigilanza di AGCom, e non doversi affidare ad ogni evento alla “buona stella”;

• i rimborsi per i disservizi subiti e per quanto i consumatori non hanno usufruito per responsabilità del
gestore devono essere automatici e riconosciuti a ciascun utente.
La nostra associazione attraverso i suoi sportelli sul territorio è fin da ora disponibile a fornire ai cittadini
informazioni e supporto in questa annosa vicenda, in attesa di vedere l’andamento dell’incontro
programmato per venerdì e con l’auspicio del pieno rispetto dei sacrosanti diritti dei consumatori.

Federconsumatori Emilia Romagna

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. D.M. 10/08/2020 “

82 Visite
  • Categoria dell'articolo:NEWS / TELECOMUNICAZIONI /
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura