logo

Auto ibride 2020, la Regione Emilia Romagna rimborsa il bollo dei primi 3 anni con 191 euro/anno. Richieste a partire dal 4 maggio 2020

Anche nel 2020 la Regione Emilia Romagna sosterrà i cittadini nell'acquisto di auto ad alimentazione ibrida a basso impatto ambientale e ridotto consumo energetico. Il contributo della Regione è previsto per il triennio 2020-22 e sarà erogato in tre tranche annuali di importo non superiore a 191 euro/anno (pari al costo medio del bollo). Potranno procedere alla richiesta i cittadini residenti in Emilia Romagna che acquisteranno per uso privato un'auto ibrida di prima immatricolazione con alimentazione benzina-elettrico, gasolio-elettrico, gpl-elettrico, metano-elettrico o benzina-idrogeno.

I proprietari di una autovettura immatricolata nel 2020 dovranno comunque pagare il bollo auto e poi accedere alla richiesta di rimborso esclusivamente online tramite la piattaforma web che verrà attivata dalla stessa Regione Emilia Romagna, indicando i dati anagrafici, quelli dell’auto e le coordinate bancarie o postali per l'erogazione del contributo (massimo di 573 euro nel triennio) accreditandosi tramite FedeRa o Spid.

La Regione ha previsto la presentazione della richiesta una sola volta per i tre anni di validità e provvederà automaticamente all’accredito del contributo. Sarà possibile registrarsi online a partire dalle ore 14.ºº del 4 maggio prossimo e fino alle ore 12.ºº del 31 dicembre 2020 sulla piattaforma del portale regionale all’indirizzo: http://mobilita.regione.emilia-romagna.it/leggi-atti-bandi

Le agevolazioni sul bollo che la Regione Emilia Romagna ripropone hanno lo scopo condiviso di agevolare la sostituzione delle vetture più datate con veicoli a basso impatto ambientale. Una misura da integrare con le azioni richieste da Federconsumatori previste dai Piani di Mobilità Sostenibile (PUMS), a partire dalla incentivazione della mobilità ciclo-pedonale e l'utilizzo di mezzi pubblici.

Federconsumatori ritiene prioritario per l'area padana prevedere interventi mirati e immediati per la riduzione delle sostanze inquinanti a partire dalle polveri sottili (PM¹º – PM²·⁵) sempre più spesso chiamate in causa per le correlazioni con gravi malattie dell'apparato respiratorio che coinvolgono la salute di migliaia di cittadini.

p. Federconsumatori Emilia Romagna

                 Giuseppe Poli

Foto di Paul Brennan da Pixabay 

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]