logo

Energia, forti riduzioni in bolletta.Per l’elettricità -18,3% e per il gas -13,5%. Buone notizie, ma necessaria sospensione del pagamento per le famiglie in difficoltà.

-18,3% per l’elettricità e-13,5% per il gas: questo l’aggiornamento delle tariffe di energia elettrica e gas relative al II trimestre 2020 comunicate come cosuetudine da ARERA. il ribasso e’dovuto alle "perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, legate a una decisa riduzione dei consumi a causa dell’emergenza Covid-19"

Una famiglia media potra’ sostenere, per l’elettricità nell’anno scorrevole (compreso tra il 1 luglio2019 e il 30 giugno 2020) una spesa di circa 521 euro, con un risparmio, rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, di circa 45 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.019 euro, con un risparmio di circa 139 euro/anno. Rispetto all’anno scorrevole, quindi, il risparmio complessivo per la famiglia tipo per elettricità e gas ammonta a circa 184 euro/anno.

Notizia certamente positiva, dal momento che,in un momento come questo l’importo delle bollette e’ un costo difficile da sostenere permolte famiglie in difficolta’. 

Per questo, se da un lato sono molto apprezzate le misure di ARERA sulla sospensione dei distacchi per il periodo in cui è richiesta alle famiglie la permanenza presso le proprie abitazioni e la proroga dei termini per il rinnovo dei bonus sociali di energia/gas/servizio idrico, dall’altro sono assolutamente necessari provvedimenti più decisi.

In un momento di complessità e incertezza come quello che l’intero Paese sta vivendo si renderebbe necessario adottare la sospensione del pagamento delle bollette per le famiglie piu in difficolta’

Per le bollette dell’elettricità, come già fatto presente al Governo, tale misura potrebbe essere finanziata attraverso le somme accantonate in passato con il pagamento dei gravosi oneri di sistema da parte dei cittadini.

Il Governo è chiamato a dare risposte concrete in tal senso, per aiutare in primis le famiglie direttamente toccate dalla difficile situazione che stiamo vivendo, che si trovano in cassa integrazione, disoccupazione, che percepiscono redditi da lavoro autonomo e non stanno lavorando.

S.M.

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]