Al momento stai visualizzando Attivata la conciliazione anche per gli utenti del trasporto pubblico

La legge n.118/22 per la promozione della concorrenza ha dato mandato all’ART (Autorità regolazione dei Trasporti)di attivare la conciliazione per la risoluzione alternativa delle controversie (ADR). A partire dal 28 febbraio scorso gli utenti che utilizzano treni, aerei, autobus e navi che hanno subito disservizi non riconosciuti attraverso il precedente reclamo, possono presentare la domanda di conciliazione direttamente dal sito di ART.
Per questa conciliazione telematica ART utilizzerà il sistema già sperimentato nel settore delle comunicazioni denominato ConciliaWeb, dove le parti si confronteranno dinanzi ad un funzionario di ART nel ruolo di conciliatore. Questa procedura non prevede costi a carico dell’utente e deve essere considerata obbligatoria prima di rivolgersi al giudice.
Per gli utenti del trasporto ferroviario dell’Emilia-Romagna sarà operativo da aprile 2023 uno specifico Protocollo di conciliazione paritetica, cioè senza la presenza di un “arbitro”, ma delle sole parti che lo hanno sottoscritto: Trenitalia Tper e Associazioni dei Consumatori. Anche questa procedura non prevede costi da parte degli utenti.
La conciliazione attivata da ART non interviene dove è presente uno specifico strumento ADR o di conciliazione paritetica. Per questi casi ART interviene solo come “seconda istanza” qualora la conciliazione già tentata abbia fornito risposte parziali o vengano interessati più gestori.

Articolo realizzato “Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. D.M. 10/08/2020 “ S.M.

297 Visite
  • Categoria dell'articolo:NEWS / TRASPORTI E TURISMO /
  • Tempo di lettura:2 minuti di lettura