You are currently viewing Federconsumatori ER: pronta la seconda edizione del Vademecum per l’utente ferroviario

Federconsumatori Emilia Romagna ha predisposto la seconda edizione del “Vademecum per l’utente ferroviario”, la guida che consente un migliore orientamento nella complessità di norme e regolamenti del settore ferroviario. Un settore che ha recepito con difficoltà i contenuti del Regolamento CE 1371/07 che a partire dal 2009 suggerisce agli stati europei politiche di sviluppo del trasporto ferroviario e alle imprese ferroviarie una maggior tutela degli utenti che utilizzano il treno per spostarsi. Con la nascita dell’Autorità dei Trasporti si è aggiunta un’ulteriore possibilità per interventi a tutela degli utenti. Questi i principali capitoli del vademecum:

L’Autorità di Regolazione dei Trasporti – L’ART ha festeggiato in questi giorni il secondo compleanno della propria attività, nata con grande ritardo e tra mille difficoltà, con sede e organico da mettere a punto. Dopo una prima fase di conoscenza, le prime decisioni prese da ART, fanno emergere le grandi potenzialità di cui dispone e che necessariamente non devono andare disperse. Per gli utenti è possibile ricorrere gratuitamente all’Autorità quando il primo reclamo al gestore del servizio non abbia ricevuto riscontro entro i 30 giorni o abbia ricevuto una risposta insoddisfacente. Importante tenere presente che ART può sanzionare le imprese inadempienti, ma non ha facoltà di intervento per stabilire indennizzi agli utenti.

L’Antitrust – Svolge un compito sostanziale per valutare esposti di utenti e associazioni anche nei confronti del servizio ferroviario, in particolare per la valutazione delle clausole contrattuali potenzialmente scorrette. Provvedimenti recenti dell’Antitrust per sanzionare Trenitalia per le multe di importi vessatori nei confronti degli utenti o, proprio per un esposto di Federconsumatori, per l’obbligo di considerare come unico viaggio l’utilizzo di più tratte/treni soprattutto ai fini di eventuali rimborsi.

Rimborsi e Bonus – In seguito ad esposti e proteste Trenitalia ha attivato in campo nazionale un cuscinetto di 3 minuti nel calcolo del ritardo per gli arrivi nei grandi scali. Per le sole FRECCE è stato istituito un bonus-sconto per i ritardi da 30 a 59 minuti, ritardo oltre il quale è previsto il rimborso con le precedenti regole. Come detto, viene riconosciuto come unico viaggio anche l’utilizzo di più treni dello stessa Trenitalia, il “biglietto globale misto”, indipendentemente dalla categoria dei treni.

Reclami e indennizzi – Nel vademecum vengono elencati i recapiti e le modalità con cui è possibile inoltrare reclami alle imprese ferroviarie per ottenere il rimborso per servizi non forniti o indennizzi per servizi difformi da quelli previsti. Le norme per reclami e indennizzi sono diverse per i servizi della Lunga Percorrenza e Frecce e per il Trasporto Regionale, in Emilia Romagna presente con Trenitalia e Tper. Sempre per i contenziosi riguardanti la Lunga Percorrenza di Trenitalia è prevista la possibilità di ricorrere alla Commissione di Conciliazione gratuita.

Oggetti smarriti – Trenitalia è una delle poche imprese ferroviarie europee che non ha una struttura di ricerca e riconsegna di bagagli ed oggetti smarriti. Per gli oggetti smarriti e denunciati sui treni della Lunga Percorrenza è previsto un “servizio di cortesia” per la riconsegna degli oggetti. Lo stesso Regolamento europeo 1371/07 prevede l’obbligo di questo servizio ma non prevede sanzioni per l’inadempienza.

Il vademecum sarà disponibile in formato cartaceo presso tutte le sedi Federconsumatori dell’Emilia Romagna, e in formato digitale cliccando nel link di seguito:

 

Giuseppe Poli

Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

 

 

vademecum utente ferroviario.pdf (2177 download)
3.862 Visite