L’incendio che ha interessato la stazione di Roma Tiburtina, provocando gravissime ripercussioni sulla circolazione ferroviaria, è un fatto piuttosto grave che dovrà essere oggetto di un attento esame sulle possibile cause. Federconsumatori auspica che l’accaduto non sia riconducibile a incuria e pressapochismo di chi gestisce il servizio.

Da giorni i ritardi causati dalle conseguenze dell’incendio si ripercuotono a catena interessando anche i treni della “lunga percorrenza” in transito nella Regione Emilia-Romagna.

Sicuramente questi disagi subiti dagli utenti devono essere risarciti secondo le norme vigenti, come richiesto fin dal momento dell’incidente.

Nel contempo Federconsumatori ha richiesto una convocazione urgente del “tavolo di confronto” tra Associazioni dei Consumatori e Ferrovie per acquisire tutte le informazioni riguardanti le cause dell’accaduto, i tempi di ripristino, le iniziative poste in essere per l’assistenza e l’informazione agli utenti. In particolare si auspica la definizione di tempi e modalità per la rapida erogazione dei risarcimenti per ritardi e soppressioni di treni.

Prima di intraprendere un viaggio con treni della “lunga percorrenza” è preferibile consultare il sito http://www.fsitaliane.it/ per verificare eventuali modifiche d’orario o soppressioni.

Per ulteriori segnalazioni e informazioni: info@federconsumatorier.it

(L’immagine è del fotografo Mario Proto)

19 Visite
  • Categoria dell'articolo:NEWS / TRASPORTI E TURISMO
  • Tempo di lettura:1 min. di lettura