You are currently viewing Mobilità pedonale, mobilità ciclabile, bike sharing,  car pooling, car sharing, utilizzo del trasporto pubblico: le scelte per un futuro green

Crescita insostenibile dell’inquinamento atmosferico, innalzamento delle emissioni di CO2, aumento dell’inquinamento acustico, crescita delle patologie respiratorie, traffico sempre più congestionato, sono solo alcuni dei risultati di una mobilità insostenibile. Il miglioramento della salute dell’ambiente e delle nostre condizioni di vita, dipende dalle nostre scelte e fra queste, sicuramente non di secondaria importanza, sono quelle che adottiamo per i nostri spostamenti.

Se da un lato le amministrazioni pubbliche sono chiamate a promuovere e a organizzare una mobilità più sostenibile, riducendo la presenza degli autoveicoli privati negli spazi urbani, incentivando il trasporto pubblico, insistendo su sistemi di integrazione tariffaria e investendo nella realizzazione di infrastrutture pedonali e ciclabili; dall’altro i cittadini sono chiamati a modificare abitudini ormai consolidate che, però, si rivelano sempre meno sostenibili.

Una mobilità incentrata sull’utilizzo dell’automobile privata aumenta il rischio di incidentalità; contribuisce al degrado delle aree urbane causato dall’occupazione dello spazio da parte degli autoveicoli a scapito dei pedoni, contribuisce all’aumento del consumo di suolo necessitando di strade e infrastrutture adatte alle autovetture.

“La bicicletta richiede poco spazio – scriveva Ivan Illich nel 1974 nel suo Elogio della Bicicletta – Se ne possono parcheggiare diciotto al posto di un’auto, se ne possono spostare trenta nello spazio divorato da un’unica vettura. Per portare 40.000 persone al di là di un ponte in un’ora, ci vogliono dodici corsie se si ricorre alle automobili, e solo due corsie se le 40.000 persone vanno da un capo all’altro pedalando in bicicletta.”

Queste poche righe del filosofo austriaco, testimoniano come il problema che ci troviamo ad affrontare abbia origini lontane nel tempo e ci inducono a riflettere su quanto urgente sia la modifica dei nostri comportamenti.

Mobilità pedonale, mobilità ciclabile, bike sharing, car pooling, car sharing, utilizzo del trasporto pubblico, micromobilità elettrica sono le scelte che quotidianamente saremo chiamati a fare se vogliamo un mondo meno inquinato e più sostenibile; un mondo più a misura d’uomo e meno a misura di automobile.

Giaime Barducci

Foto di Heri Santoso da Pixabay 

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”
347 Visite