You are currently viewing 8-14 marzo 2021, Settimana mondiale per la riduzione del consumo di sale

Dall’8 al 14 marzo si svolge la Settimana mondiale di sensibilizzazione per la riduzione del consumo alimentare di sale, promossa dalla World Action on Salt & Health (WASH), associazione che si è costituita nel 2005 per migliorare la salute dei cittadini, attraverso la riduzione del consumo di sale, fino a meno di 5 grammi al giorno (corrispondenti a circa 2 grammi di sodio), che è la quantità raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della sanità (OMS).

Tenendo conto che, a causa della pandemia da COVID-19, sono aumentati il tempo trascorso a casa e il conseguente ricorso alla cucina casalinga, WASH ha dedicato la settimana mondiale 2021 al tema “More flavour, less salt” (“Più sapore, meno sale”) per sensibilizzare la popolazione a utilizzare meno sale in cucina e a tavola.
Ci sono tanti modi per rendere più saporito il cibo senza aggiungere il sale ai pasti cucinati a casa ed è molto importante ridurre l’uso di prodotti  che contengono molto sale (salse di soia, ketchup, condimenti per insalata, salumi, sughi pronti, cibi in scatola o precotti, etc.).

A livello mondiale il consumo giornaliero di sale supera ampiamente il valore raccomandato dall’OMS raggiungendo in alcune zone 15 grammi al giorno. 

Si ritiene doveroso e fondamentale proseguire l’impegno da parte delle aziende alimentari, delle Istituzioni e dei cittadini per la riduzione dell’introito di sodio attraverso la riformulazione dei prodotti alimentari e il minor ricorso all’utilizzo del sale in cucina e a tavola.

In Italia abbiamo già diversi programmi  e protocolli di intesa in atto da tempo tra il Ministero della salute e Associazioni di produttori di alimenti artigianali o industriali volti a ridurre il contenuto di sale in diverse categorie di prodotti alimentari, sia il Piano Nazionale della Prevenzione

Anche il nuovo Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025, approvato con Intesa Stato-Regioni del 6 agosto 2020, prevede una linea strategica di intervento per la riduzione del consumo di sale, confermando l’importanza dell’obiettivo nel contesto della promozione di una sana alimentazione per la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili.

Di seguito 5 modi  per ridurre il consumo di sale a meno di 5 grammi al giorno:

  • usare erbe, spezie, aglio, peperoncino, erbe aromatiche, pepe nero e agrumi al posto del sale per aggiungere sapore al tuo cibo

  • scolare e risciacquare verdure e legumi e in scatola e mangiare più frutta e verdura fresca

  • controllare le etichette prima di acquistare per scegliere prodotti alimentari meno salati

  • ridurre gradualmente il sale nelle ricette preferite – consentendo alle papille gustative di adattarsi

  • non mettere a tavola sale e salse salate, in modo che anche i più giovani della famiglia si abituino a non aggiungere il sale.

S.M.

Foto di Дарья Яковлева da Pixabay 

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”
647 Visite