You are currently viewing Telecomunicazioni, le possibili applicazioni concrete del 5G

In questo  articolo  non parleremo su veri  o presunti  effetti  del  5g sulla salute, non parleremo  se corrisponda a verità che i cinesi  tramite Huawei utilizzeranno il  5G per impadronirsi del mondo e non forniremo dettagli  tecnici  sul  funzionamento del 5G; più prosaicamente ci  limiteremo a illustrare alcune possibili applicazioni della tecnologia 5G (che in  Italia sarà  operativa non prima del  2022) che potranno portare ad alcuni  cambiamenti davvero importanti  nella vita delle persone, andando oltre la vulgata che con il  5G potremo scaricare un  film in 10 secondi  invece che in  3 minuti.

Ecco  quindi una selezioni di  progetti  che potrebbero  concretizzarsi in un futuro  non  molto lontano.

Agricoltura connessa

Con un sistema di  sensori collegati ad un app si possono  ottenere informazioni utili  a capire le condizioni del  terreno per poter intervenire. Uitlizza gli algoritmi di  intelligenza artificiale per rendere l’agricoltura di  previsione accessibile a tutti. Avverte, ad esempio, se un  particolare terreno  secco sia da irrigare, permettendo  di  farlo nel  momento  giusto, da remoto, I sensori monitorano in modo  automatizzato e permettono un risparmio  del 50% all’anno.

Prevenzione dei  terremoti

Attraverso il  monitoraggio  degli  edifici permette di aiutare a gestire l’emergenza durante un  evento sismico, grazie a un approccio  basato  sui  dati.

Quello che succede è  che, quando le onde del  terremoto  arrivano, colpiscono progressivamente prima alcuni  edifici, poi  altri. I sensori  collocati nei  primi  edifici, comunicando ad altissima velocità con  quelli  più  distanti (qui entra in  gioco il  5G e “l’internet delle cose”), permettono  di  mettere in pochi  millisecondi di mettere in  sicurezza almeno  questi ultimi. Per esempio sbloccando  porte di  emergenza, intervenendo sugli ascensori, chiudendo il  gas. E allertando  le ersone che sono  all’interno.

Casa intelligente

Si possono installare dispositivi con cui collegare gli interruttori presenti  nell’abitazione allo  smartphone. In questo  modo  è possibile gestire da remoto meccanismi  come luci, tapparelle, lavatrice, ecc.. Il risultato  è  una domotica low cost da installare senza centraline e alla portata di  tutti.

Smart city

Sfruttando le potenzalità  del  5G e dell’intelligenza artificale si  aiutano  le persone a effettuare la raccolta differenziata in  maniera automatica e veloce, Lo smart gate invece combina funzionalità di  monitoraggio  ambientale e di  rilevamento  dei  flussi di  persone per zone (per una migliore gestione della mobilità urbana)

Daniela Bertolone – Federconsumatori Parma

Foto di ADMC da Pixabay

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”

736 Visite