You are currently viewing Carta di credito/prepagata, rischi e rimedi

Agli sportelli di  Federconsumatori riceviamo spesso cittadini che si accorgono di pagamenti effettuati a loro insaputa per acquisti su siti web internazionali con la loro carta di credito/prepagata.

Proviamo  a riassumere cosa occorre fare quando  si  incappa in  questo  tipo  di  truffa.

Innanzitutto è  bene, in chiave preventiva, controllare con  precisione e regolarità l’estratto conto  della carta di credito/prepagata, custodire con cura la propria carta e i relativi dati, attivare il  servizio sms alert (valutando eventuali  costi  di  attivazione).

Una volta invece scoperta l’operazione fraudolenta è  necessario  segnalare immediatamente eventuali  operazioni  non  riconosciute al numero verde messo a disposizione dall’emittente della carta; normalmente il cliente ha 60 giorni  di tempo dall’invio/messa a disposizione dell’estratto conto  della carta per disconoscere e rifiutare l’addebito di una o più  transazioni effettuate con  la sua carta, seguire le indicazioni  dell’emittente sul comportamento  da tenere (es. il  blocco della carta, denuncia all’autorità…)

Scaduto il  termine di  60 giorni dall’invio/messa a disposizione dell’estratto conto per contestare l’addebito il cliente ha comunque tredici  mesi di  tempo per richiedere il rimborso dell’operazione fraudolenta dell’emittente della carta.

Se l’emittente della carta non accoglie la richiesta di  rimborso il consumatore può ricorrere, attraverso Federconsumatori, a un sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie (nel caso dell’ABF, decorsi 30 giorni dal reclamo o in  caso di  risposta insoddisfacente) e rivolgersi  al  giudice ordinario dopo  avere percorso la via della mediazione.

E’ anche possibile presentare un esposto alla Banca d’Italia che può  attivare un’attività  ispettiva.

Infine ricordiamo l’importanza di riconoscere l’affidabilità  di un sito internet per gli acquisti. E’ sempre necessario  verificare se l’esercente che effettua il  commercio  è munito delle certificazioni di  sicurezza e di  qualità. Per effettuare questa verifica è  sufficiente cliccare sull’icona del  lucchetto, presente sul sito, per prendere visione delle certificazioni.

Daniela Bertolone –  Federconsumatori  Parma

Foto di Stefan Coders da Pixabay 

“Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna, con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018”
622 Visite